circle · la tribù · processo · workshop

La Wilderness in noi: ritornare ai Sensi per sentire il Senso della vita

 

001

Hai bisogno di un cuore silenzioso per ascoltare la saggezza del vento e la saggezza degli alberi e la saggezza delle acque e del terreno. Abbiamo perso questo senso del silenzio nella nostra cultura ossessionata dal verbo.” 

“L’ecologia non è qualcosa che sta “lì fuori”. Siamo immersi nella natura e la natura vive in noi. Siamo nella sacra dimora e la sacra dimora sta in noi. La natura sacra selvaggia non è qualcosa che sta solo là fuori, da trovare solo nei parchi nazionali. C’è una natura sacra selvaggia presente in ognuno di noi e necessita la nostra attenzione”. Matthew Fox, Creation Spirituality

L’EarthPainting Circle (Atelier, Roma,18/3/17) che ho condotto ha messo in evidenzia quanto la “wilderness”, il lato selvatico/selvaggio della vita fosse una consapevolezza da recuperare per ritrovare la nostra essenza profonda attraverso la natura.

Quanto ci permettiamo di sentire il “wild”che c’è in noi? Quanto ci permettiamo di percepire davvero la nostra realtà immediata con tutti sensi?

005

EarthPainting propone di tornare consapevolmente in contatto con tutti i nostri sensi; significa concedersi di vivere la vita pienamente, nella sua rotondità sensuale, e di poter apprezzare la sinfonia che si crea tra il nostro corpo e gli elementi che incontra. Una partecipante ha ricevuto questo messaggio dalla terra: ” la vita è un frutto succulente”.

Una “juicy life”, è davvero possibile? Si, se offriamo la nostra amorevole attenzione alla realtà.

Può essere profondamente coinvolgente dedicare tutta la nostra attenzione all’assaggio di un lampone, per poi pestarlo per estrarne il succo e dipingere con esso, gustandosi sulla carta il profumo dei sottoboschi e la brillantezza di un magenta sugoso. Come lo è il fatto di trasformare, con la forza delicata delle nostre mani, un pezzo di legno raccolto in un pennello speciale, che assomiglia a una vera bacchetta magica.

Attivare il gusto, l’olfatto, il tatto, la vista, l’udito e l’intuizione per contattare la vibrazione della vita attorno a noi e sentire che non solo facciamo parte della natura, ma che possiamo gioirne consapevolmente e che questo ci aiuta a “guarire” il senso di separazione dalla natura che ci ha tenuto lontani dalla nostra wilderness, dalla nostra natura più sana, più vitale, più viva, più vibrante.

Adesso lascio la parola agli EarthPainters che l’hanno vissuto in prima persona. Ecco cosa raccontano della loro esperienza di EarthPainting:

  • ho sentito un’interconnessione tra tutte le cose; per me questo è un invito a rischiare di più. Mi è piaciuto tanto che ogni pennello che ho creato aveva la sua anima. Sento che la terra mi sostiene e mi dona la fiducia. Ho percepito concretamente oggi il senso di cosa è una madre, sentendola con la madre terra: una madre è colei che sostiene e la terra mi sostiene nella mia crescita.
  • ho riscoperto i miei sensi a contatto con la natura
  • ho contatto un senso di meraviglia; questo processo mi ha permesso di creare lo spazio per entrare in un contatto vivo con la natura.
  • ho percepito una connessione sempre più profonda con me e con tutto. Mi ha rimesso anche in contatto con la Dea Madre e mi rendo conto quanto siamo stati violentatori della terra, quanto poi in fondo siamo i suoi figli. L’abbiamo dimenticata e adesso è tempo di tornare alla lei.
  • l’esperienza mi ha restituito un senso
  • mi sono meravigliata di quante cose abbiamo creato con poco….  la terra è abbondanza. Quando ho creato i miei colori con i minerali e i vegetali, ho provato anche molto piacere fisico e mi è sembrato ritrovare le origine umane più antiche,  sentire il filo che mi unisce ai miei antenati, alla sciamana primitiva che dipingeva nella caverna. Mi vengono in mente 3 parole: preservare, trasmettere e comunicare.
  • ho percepito il potere della concretezza, nel giocare con tutti i sensi; ho il desiderio di mettere tutto questo in pratica, da subito.
  • ho sentito quanto fosse necessario avere il coraggio di percorrere delle strade non ovvie e farsi le domande giuste.
  • ho utilizzato tutti sensi; attivarli non è stato solo bello, è stato potente, perché lì ho trovato la pace, lo slancio, la positività di continuare la mia ricerca. Mi sento molto arricchita e voglio dare più spazio alla mia passionalità.
  • sii felice e dillo a tutti. La terra mi ha messo di fronte a ciò che davvero conta per me, senza ghirigori, chiedendomi di donare la mia felicità al mondo.

070062034

036035064

 

 

 

 

 

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s